Brand Identity, Visual Identity e Visual Communication

12 Novembre 2020

BRAND IDENTITY, VISUAL IDENTITY E VISUAL COMMUNICATION – Come sostenere l’identità aziendale con immagini e video coerenti ed in linea con la propria mission

Di cosa parliamo ?

La brand identity (identità di marchio) è quell’insieme di aspetti che rendono riconoscibile un’azienda agli occhi dei propri clienti o potenziali clienti.

Tra questi aspetti riveste una grande importanza la visual identity che è più specificamente identità visiva e che racchiude i mezzi con i quali un realtà aziendale comunica la propria identità di brand al mercato.

In pratica

In questo periodo storico, con l’economia bersagliata da chiusure ed incertezza a causa del COVID-19, e da profondi cambiamenti dei modelli di business di molte attività commerciali, non è corretto trascurare la comunicazione e di conseguenza la propria immagine. Se appena potete, dovete continuare a “comunicare” il vostro prodotto e servizio nel modo migliore possibile.
Se potete investire su di voi i momenti di “crisi” sono ottimi periodi in cui procedere. Sembra un controsenso, ma non lo è. Ne parleremo meglio in un prossimo articolo.

Si. Anche se siete una piccola azienda, se siete professionisti soli soletti, o se avete un pub in piazza di recente apertura, o se avete migrato online buona parte del vostro business; con tutta probabilità dovrete avere anche voi una buona identità di brand e la bella notizia è che tutto questo non richiede un milione di euro di investimenti. Richiede che abbiate passione per il vostro lavoro e che vi fermiate a ragionare su come potete caratterizzarvi e differenziarvi da altre persone che offrono i vostri medesimi servizi e prodotti (in linguaggio business si parla di unique selling proposition). Quindi continuate a leggere e ragioniamo insieme sugli aspetti più strettamente correlati alla visual identity, che comprendono tra anche la mia area di competenza. Fotografia e video.

Siete voi che dovete darvi un’identità di brand, nessuno può farlo per voi, anche se ci sono la fuori consulenti capaci che possono guidarvi nel percorso di comprensione dei vostri punti di forza e debolezza. Comprensione che vi porterà nel tempo a compiere una serie di azioni (per nulla casuali) per darvi una connotazione forte sul mercato e (ve lo auguro) a farvi preferire rispetto a concorrenti con meno “personalità” di voi.

Tutto questo porta un’attività a creare quella caratteristica tanto importante che tutti quanti conoscono come brand positioning, oggi più che mai fondamentale per farsi strada nella babelica ed intricata rete del mercato moderno.

Per sostenere questa personalità ed affermarla sul mercato, sia esso la piazza principale di Pavia, la città di Milano ed il suo interland, o il mercato mondiale, dovrete passare prima o poi (ma so che ci siete già passati) da una serie di operazioni volte alla creazione di una vostra personale “estetica”, che connoterà le vostre vetrine, il packaging dei vostri prodotti, il colore delle cartelline dei vostri menu ed il logo sfavillante che sarà presente sui sacchetti che consegnerete agli acquirenti. Immagini e video sono oggi gli elementi più importanti per comunicare la vostra identità creando seguito, fiducia da parte dei clienti, ed una preziosa e differenziante caratterizzazione.

Anche se fate l’architetto o il personal trainer vi serve tutta questa “mercanzia”, tranne i sacchetti brandizzati probabilmente 😉

E sono sicuro che non vorrete mortificare l’indentità della vostra attività, studiata ed acquisita, utilizzando per la vostra comunicazione immagini di stock (enormemente depersonalizzanti) o i video con lo smartphone e l’audio che sembra quello di un telefono analogico anni ‘70.

Ci vogliono qualità e coerenza per sostenere la vostra identità !

Quindi … le immagini del vostro prodotto high end non andranno realizzate come le immagini che trovate su un ecommerce cinese low cost su fondo casuale o scontornate e appiccicate su fondo verde limetta. Andranno ambientate, “pitturate” con la luce, andrà scelto un fondo elegante, magari scuro, con un tocco di luce calda.

Esempio pratico e conclusioni

L’altro giorno guardavo il sito di Trussardi (brand a caso) e sono rimasto stupito da come i prodotti in vendita sul loro e-commerce siano fotografati in modo non certo entusiasmante, su fondi che paiono casuali, a volte grigi chiari, a volte champagne (o meglio marroncino), a volte verdino un po’ fastidioso.

Alcuni oggetti sono fotografati proprio male ! Senza nemmeno rimuovere la polvere e le ditate sul prodotto e le macchie di sporco sul sensore della fotocamera. E a fianco di una cravatta fotografata male leggete un prezzo che va oltre le 100 euro.

Io noto uno stridore evidente.

Trussardi all’apparenza non sta utilizzando immagini all’altezza del suo blasone. Forse semplicemente perché non ne ha alcun bisogno vivendo di una popolarità ormai acquisita e radicata ? Forse è una scelta stilistica consapevole ? Non credo.

Personalmente penso che sia un errore del brand, ma Trussardi forse può permettersi anche errori di visual communication.

Noi no.

Perché con tutta probabilità stiamo risalendo un fiume in piena dove altri mille salmoni agguerriti cercano di sorpassarci, e spesso hanno più muscoli ed allenamento di noi.

Guardate invece MVMT (www.mvmtwatches.com) per esempio. Geniali.

Spediscono in tutto il mondo senza spese, hanno orologi di bell’aspetto con materiali non certo al top, ma decorosi (ne ho uno al polso ora :-)), hanno un ottimo sistema di referral, e una comunicazione visiva spaventosamente emozionale ed empatica.

E l’empatia vende da sempre molto meglio della qualità (realtà scomoda ma assodata).

Non solo utilizzano un ottimo still life di prodotto per il proprio e-commerce, ma anche per le immagini “di contorno” creano decine di situazioni lifestyle dove i loro prodotti vengono indossati, vissuti, amati. Creano emozioni, desiderio di emulazione, senso di appartenenza ad un “movimento”. MVMT è appunto l’abbreviazione di MOVEMENT.

Difficile emularli ? Forse non così scontato, ma sono convinto che una startup come la loro, quando hanno iniziato non molto tempo fa, senza una comunicazione visiva di questo livello, non sarebbe mai arrivata ai loro volumi d’affari. E vi basta vedere il numero di follower del loro profilo Instagram per dedurre se stiano vendendo o meno 😉

In piccolo, con i dovuti paragoni, è la comunicazione visiva che dovremmo avere tutti, con immagini e video coerenti e “differenzianti”.

E, sempre in piccolo, sono convinto che ve la possiate permettere anche voi.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Che ne pensi ?

CONTATTAMI !

Vuoi parlarmi di ciò che pensi di questo articolo ? Darmi la tua visione dell'argomento ?
Approfondire il discorso con me ?

COMMENTI
ESPANDI
AGGIUNGI UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.